Seleziona una pagina

Caro Babbo Natale,
chi ti scrive non è più tanto bambino …….ehm….. ma un “ragazzone cresciutello” al quale piace ancora il gioco e per questo dedica molto tempo ad uno sport in cui la passione sta alla base di tutto: il baseball.
Sia chiaro, vista l’età, la dedizione è più di stampo “voyeurista”, ovvero viene provato un immenso piacere vedere giocare e ci si limita pertanto all’organizzazione di tutti quegli aspetti che consentono di far scendere in campo gli atleti che si cimentano in questo difficile sport.
Condivido con i miei figli questo periodo dove tradizionalmente i bambini scrivono una bella letterina a Te, Babbo (ormai, visti i tempi, al massimo ti manderanno un “whatsapp” o posteranno su Instagram una foto con l’oggetto dei desideri! Ma non sto qui a sottilizzare……) per cercare di esaudire un desiderio magari agognato durante tutto un anno. Si, è vero, ormai ogni giorno è Natale e i bambini vedono esauditi i propri desideri quotidianamente, però la magia del Natale rende fortunatamente ancora affascinante questa prassi che resiste ancora nonostante i cambiamenti socio-pedagogici in atto. Quindi, Babbo: è Natale e al baseball un bel regalo ti chiedo di fare.

Si, ma……. quale regalo?

Non ti chiederò soldi, so benissimo che sono tempi difficili e la nostra è una disciplina con cui è complicato fare business, almeno in Europa dove i gusti sportivi sono ben diversi da quelli di altri continenti come l’Asia e le Americhe.
Non ti chiederò neanche materiale come mazze, maschere da catcher, caschetti, palline anche se quei pochi soldi che si riescono a racimolare, grazie a qualche sponsor magnanimo, bastano appena per dotare le nostre squadre di quel minimo equipaggiamento necessario per giocare.
Potrei chiederti degli attrezzi o dei macchinari per i nostri campi i quali necessitano di manutenzione pressoché quotidiana per renderli minimamente agibili in modo che i nostri amati ragazzi possano allenarsi e giocare senza correre il rischio di farsi male. Ma no, non ti chiederò questo.
Uhm….Non ti chiederò neppure di fare in modo che i media si occupino di più del nostro sport, magari trasmettendo in chiaro qualche partita del massimo campionato su una delle reti nazionali o più semplicemente passare qualche notizia in più riguardo anche i campioni italiani che militano nei più blasonati campionati esteri.
Non credo neanche tu possa esaudire desideri astrusi come ad esempio fare aumentare i praticanti o aumentare gli spettatori presenti alle partite…..No, non credo tu possa fare questo.

Ah……Ci sono! Ecco cosa posso chiederti.

Caro Babbo, è Natale e un bel regalo al Baseball ti chiedo di fare!

Fai in modo che ci siano sempre bambini che allenandosi e giocando sprizzino gioia da tutti i pori, che ci siano sempre persone appassionate, genitori, giocatori, allenatori, dirigenti, arbitri, che dedichino il proprio tempo libero, in forma del tutto disinteressata, al Baseball……In breve fai in modo che la passione che anima tutti noi innamorati di questo sport rimanga inalterata nonostante tutte le difficoltà quotidiane che, rispetto a quelle che devono superare tantissime persone nel mondo intero solo per poter sopravvivere, sono il “nulla”.

Che dici Babbo? Puoi fare al Baseball questo regalo per Natale?

Merry Christmas everyone! Oh, oh, oh, oh!

P.S. La parola “Baseball” può essere sostituita con la parola “Softball”. Ambedue sono la stessa espressione (con regole e modalità diverse) del “batti e corri”, definizione che, nella sua semplicità, racchiude l’essenza di questi due bellissimi sport.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial