Al via il Campionato Esordienti di Baseball

Con la partita Langhirano vs. Collecchio, disputata mercoledì 12 aprile 2017, ha preso il via il Campionato Esordienti di Baseball della Macroarea Emilia Ovest.

Oggi, più che il risultato (per la cronaca: partita terminata in parità 8 a 8) conta maggiormente il fatto che anche a Parma finalmente si svolgerà tale tipologia di campionato, sulla falsa riga di quelli, già da tempo esistenti, di Bologna e della Macroarea romagnola.

Langhirano, Collecchio, Crocetta e Sala Baganza sono quindi le quattro squadre che daranno vita ad un campionato a metà via tra il minibaseball e la categoria Ragazzi U12, al quale possono quest’anno partecipare atleti nati nel 2007, 2008, 2009, 2010 e atleti nati nel 2006 al primo tesseramento (sono da intendersi atleti al primo tesseramento quelli tesserati dopo il 31 Ottobre 2016).

Queste in sintesi le regole:

  • Lancia il manager della squadra in attacco dalla distanza di 11 metri.
  • Non esiste la base su ball, per cui dopo il quarto lancio ball, il battitore rimane nel box fino a che non batte o va strike out. Il Lanciatore di categoria deve rimanere comunque nell’apposito box nei pressi della pedana nel momento in cui il Manager effettua il lancio.
  • La partita può durare al massimo 2 ore o comunque non più di 6 innings e una squadra terminerà il proprio turno in difesa quando avrà effettuato il 3° out o subito il 4° punto.
  • I corridori possono rubare solo su palla strike persa dal ricevitore.
  • Si usano le mazze in metallo e palline di tipo morbido.
  • Non si applica la regola dell’Infield Fly e non è ammesso il bunt.
  • Ogni lanciatore e prima base potrà ricoprire quel ruolo solo per 2 inning in ogni partita.
  • I giocatori del 2010 possono essere schierati in difesa solo agli esterni.
  • Si possono schierare 10 giocatori nel line up, tutti hanno diritto al turno in battuta e possono essere schierati 4 esterni.
  • Il Pitch Coach può ricevere la palla SOLO dal giocatore nella posizione di lanciatore, fino a che la palla non torna in possesso del lanciatore è viva ed in gioco e i corridori possono avanzare a loro rischio.

Tale campionato è stato fortemente voluto dalle quattro società che vi partecipano per offrire, ai propri giovani atleti, l’opportunità di sviluppare capacità tecniche e tattiche in modo graduale e per mettere a disposizione una modalità di gioco che possa assecondare i tempi di crescita psicomotoria che talvolta non coincidono con il brusco passaggio da una modalità di gioco prettamente ludica, come quella del prebaseball, ad un approccio più agonistico come quello della categoria Under 12.

L’augurio è che, negli anni a venire, tale categoria passi da una fase di sperimentazione ad una realtà consolidata e coinvolga sempre più squadre dell’area Nord-Ovest della regione Emilia Romagna.